Il Progetto

Il diabete è una patologia endemica che affligge circa 380 milioni di persone in tutto il mondo. Circa il 10% di queste persone è affette da Diabete di Tipo 1 (T1D), la forma più grave della patologia, che richiede iniezioni esogene e periodiche di insulina. I pazienti affetti daT1D risultano dunque schiavi della patologia a causa della necessità di eseguire ogni giorni iniezioni multiple e frequenti misure, 365 giorni all’anno.

Il pancreas artificiale rappresenta una soluzione tecnologica con l’obiettivo di superare i limiti delle strategie terapeutiche tradizionali per il trattamento del T1D, consentendo un monitoraggio continuo del livello di glucosio del paziente e un’infusione automatica di insulina all’interno dell’organismo. I pancreas artificiali attualmente disponibili sono dispositivi esterni che iniettano insulina a livello sottocutaneo. Queste caratteristiche costituiscono delle limitazioni sia per  lo stile di vita del paziente, sia per la terapia a causa dei significanti ritardi nella cinetica di assorbimento dell’insulina.

 

Lo sviluppo di un pancreas artificiale totalmente impiantabile è ostacolato, ad oggi, dalla necessità di periodiche operazioni chirurgiche per riempire il serbatoio di insulina e per sostutiure la batteria impiantata.

L’obiettivo di ROBO-IMPLANT è quello di sviluppare un pancreas artificiale totalmente impiantabile basato su una tecnologia intelligente di ricarica dell’insulina totalmente non invasiva (attraverso una capsula ingeribile) e una strategia di ricarica della batteria wireless, in grado di superare i limiti dei sistemi attualmente disponibili.

Il dispositivo ROBO-IMPLANT garantisce l’infusione automatica di insulina a livello intraperitoneale e una strategia di riempimento del serbatoio e di ricarica della batteria non invasive, assicurando così:

  • Controllo ottimale della glicemia (senza ritardi)
  • Ritorno ad un normale stile di vita (possibilità di fare sport, di nuotare etc.)
  • Tecnologia completamente invisibile con un controllo automatico (i pazienti diabetici potrebbero davvero quasi dimenticare la loro patologia)
  • Procedure di riempimento del serbatoio di insulina e di ricarica wireless della batteria totalmente tollerabili.

L’obiettivo del progetto è quello di sviluppare un prototipo completo di pancreas artificiale utilizzando queste nuove tecnologie e validarlo su un modello animale diabetico.